Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

"Aurelio Mariani" - Scuola dell'Infanzia e Scuola Primaria

Uniti nella ricchezza della diversità

 

 

Indirizzo: Via Paolina, 126
Telefono: 0696155125
Codice meccanografico Infanzia: RMAA8F7017

Codice meccanografico Primaria: RMEE8F701C
Responsabile di plesso: Maria Grazia Caponi

      

Sede di servizio: 
Primaria Aurelio Mariani

Notizie

  • L’enorme portone verde di Via Paolina è chiuso da tempo, le aule in perfetto ordine... forse troppo. Mucchietti di libri e quaderni sono rimasti lì, sotto i banchi degli alunni, e un silenzio perpetuo è il solo “personaggio” che ora fa da padrone, notte e giorno, nella nostra scuola, nel plesso Aurelio Mariani.

    Mai avremo potuto immaginare, noi maestre ed anche loro bambini, che non andare a scuola sarebbe stato così amaro, così doloroso.

    La paura, l’inquietudine e la tristezza sono apparsi subito, fin dai primissimi giorni, soprattutto per noi insegnanti. Non c’era più l’impegno quotidiano e, come spaesate, ci siamo anche ritrovate ad infilare la testa nella nostra borsa di lavoro e guardare, con un attimo di sconforto, ad alcuni disegni e foto delle varie attività scolastiche intraprese.

    Ed è stata proprio una foto che, ad un certo punto, ha riacceso nella nostra testa la pazza gioia di fare, di riprendere tutto tra le mani e creare ancora una volta qualcosa di fantastico solo per sfida... una foto che ritraeva una sorta di città in miniatura fatta di cartoncino, la nostra Velletri, che ospitava sullo sfondo un gigantesco arcobaleno. Una foto scattata in una settimana particolare.

     Era la settimana che andava dal 10 al 14 febbraio, la SETTIMANA DELLA BELLEZZA nella nostra scuola, ovvero un periodo di “stacco” dalla didattica tradizionale a conclusione del primo quadrimestre. In quei giorni il nostro intento era stare in classe in un modo diverso, più leggero e accattivante per scoprire, attraverso varie attività laboratoriali, il “bello intorno a noi”.

    Per gli alunni di quarta e quinta del plesso Mariani di Via Paolina il lavoro era concentrato su di una leggenda che il popolo veliterno conosce da sempre: quella dell’origine del carciofo “alla matticella”.

    Un piatto che a Velletri non è tradizione, ma culto.

    La leggenda di appena poche righe è stata ripresa, reinterpretata, drammatizzata e poi illustrata. I bambini hanno pensato a come potevano essere fatti e vestiti quei personaggi che, in un tempo imprecisato, in mezzo ad una campagna veliterna, totalmente diversa da quella odierna, vivevano la vita di tutti i giorni. E, in quattro e quattr’otto, tanti personaggi sono nati dalle loro matite…

    Successivamente con gli alunni si è andati alla scoperta della città. È stato un viaggio attraverso foto, anche d’epoca, discorsi e lezioni tenute da noi insegnanti e anche da un gruppo di volontari del G.A.V. (Gruppo Archeologico Veliterno) che si occupano di tener vivo ed intatto quanto di più bello l’uomo possiede: il patrimonio artistico.

    Un viaggio ed un lavoro entusiasmante che ha fatto brillare gli occhi ed ha acceso la lampadina della curiosità e dell’interesse. Un viaggio al termine del quale,come deciso con i bambini, avremo realizzato, in classe, una sorta di video dove quei personaggi da loro disegnati potevano muoversi e parlare idealmente passeggiando nella nostra città.

    Poi la chiusura della scuola e la possibilità di completare quell’ambizioso progetto era improvvisamente svanita. Ma quella foto, quell’immagine della nostra Velletri in miniatura con dietro un arcobaleno splendente ci ha riscosso all’improvviso e così, con  l’aiuto di un giovane esperto, abbiamo recuperato le tante foto che ritraevano la nostra Velletri, la storia che avevamo sviluppato e manipolato con i bambini e abbiamo cominciato a ricomporre il tutto.

    Ed è nato un piccolo video. Leggero, delicato e senza tante pretese, della durata di pochissimi minuti.

    Dentro quei pochi minuti, c’è tanto della nostra terra e delle nostre tradizioni: il vecchio e tipico tinello di campagna; i fiori simbolo della città; i cibi antichi; il pergolato e i filari, regnanti indiscussi di ogni proprietà di campagna; il fontanile, ricordo di una civiltà passata.

    Il video è stato inserito nel canale YouTube dell’Istituto, dove gli alunni e le loro famiglie lo hanno potuto visionare. La cosa è stata per loro una gradita sorpresa, un attimo di pausa e di stacco dal lavoro scolastico, che ormai si svolge solo a casa, con la possibilità di tornare indietro di pochi mesi e dire: “Ti ricordi quel personaggio? Lo abbiamo disegnato io e… bella la collina che ha costruito… e la chiesetta!?!...”

    E una seconda sorpresa, ancora più gradita, è arrivata in questi giorni. Il nostro sindaco Orlando Pocci, dopo aver visionato il filmato, ha deciso, insieme a tutta la giunta, di disporre la concessione del patrocinio della Città di Velletri per il progetto sull’origine del carciofo “alla matticella”.

    È quindi con la soddisfazione di questo inaspettato “appoggio virtuale” dal Comune di Velletri che tutto il Plesso Mariani chiude in bellezza questo anno scolastico molto… particolare.

    Buone vacanze a tutti e… arrivederci a settembre! Con nuove idee e, di sicuro, nuove avventure.

    Pubblicato il: Mercoledì, 27 Maggio, 2020 - 18:18
  • In allegato i file con le attività didattiche progettate della insegnanti di Scuola dell'Infanzia divise per sezione (A-B-C) e in aggiunta le attività didattiche di religione (per chi se ne avvale).

    Pubblicato il: Lunedì, 25 Maggio, 2020 - 19:40
  • In allegato i file con le attività didattiche progettate della insegnanti di Scuola dell'Infanzia divise per sezione (A-B-C) e in aggiunta le attività didattiche di religione (per chi se ne avvale).

    Pubblicato il: Lunedì, 18 Maggio, 2020 - 20:02
  • In allegato i file con le attività didattiche progettate della insegnanti di Scuola dell'Infanzia divise per sezione (A-B-C) e in aggiunta le attività didattiche di religione (per chi se ne avvale).

    Pubblicato il: Lunedì, 11 Maggio, 2020 - 21:44
  • In allegato i file con le attività didattiche progettate della insegnanti di Scuola dell'Infanzia divise per sezione (A-B-C) e in aggiunta le attività didattiche di religione (per chi se ne avvale).

    Pubblicato il: Lunedì, 4 Maggio, 2020 - 20:37
  • In allegato i file con le attività didattiche progettate della insegnanti di Scuola dell'Infanzia divise per sezione (A-B-C) e in aggiunta le attività didattiche di religione (per chi se ne avvale).

     

    Pubblicato il: Lunedì, 27 Aprile, 2020 - 20:33
  • In allegato i file con le attività didattiche progettate della insegnanti di Scuola dell'Infanzia divise per sezione (A-B-C) e in aggiunta le attività didattiche di religione (per chi se ne avvale).

    Pubblicato il: Lunedì, 20 Aprile, 2020 - 21:04
  • In allegato i file con le attività didattiche progettate della insegnanti di Scuola dell'Infanzia divise per sezione (A-B-C) e in aggiunta le attività didattiche di religione (per chi se ne avvale).

    Pubblicato il: Lunedì, 6 Aprile, 2020 - 18:07
  • In allegato i file con le attività didattiche progettate della insegnanti di Scuola dell'Infanzia divise per sezione (A-B-C) e in aggiunta le attività didattiche di religione (per chi se ne avvale). 

    Pubblicato il: Lunedì, 30 Marzo, 2020 - 21:06
  • In allegato i file con le attività didattiche progettate della insegnanti di Scuola dell'Infanzia divise per sezione (A-B-C) e in aggiunta le attività didattiche di religione (per chi se ne avvale). 

    Pubblicato il: Martedì, 24 Marzo, 2020 - 10:28
  • In allegato i file con le attività didattiche progettate della insegnanti di Scuola dell'Infanzia divise per sezione (A-B-C) e in aggiunta religione (per chi se ne avvale). 

    Pubblicato il: Lunedì, 16 Marzo, 2020 - 19:46
  • SCROSCIANTE APPLAUSO PER LE CLASSI 5^ A MARIANI E 5^ B NOVELLI DELL’I. C. “GINO FELCI”   

    In questo momento di difficoltà e apprensione, giova ricordare il prestigioso riconoscimento conseguito dalle due classi 5^ dell’Istituto Comprensivo “Gino Felci” di Velletri, insignite, al termine della selezione conclusiva nazionale, di Menzione Speciale da parte del Senato della Repubblica, in collaborazione col Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca!  
    Segue articolo in file "Menzione Speciale", con gli allegati dei progetti presentati. Intanto complimenti ai ragazzi di seguito elencati: 
    Yassin A. -Sabrine A. -AuroraA.- Hajar B.- Robert D.- Alexandru C. Alessio C. Aurora M.-  Sara M.-  Riccardo P.-  Tifani R.-  Marwa Z.-  Ilaria V.-Roberto Z.-  Nirmine S.-  Melissa L.-  Joseph T.
    Gabriele B., Amelie C., Emma C., Ginevra C., Chiara C., Pietro D.B., Elena D., Aurora F., Noemi F., Lamis K., Lucrezia L., Maria Chiara M., Rafael P., Mattia P., Mattia P., Giovanni P., Brando S., Filippo S., Carla T.  

     

    Pubblicato il: Sabato, 14 Marzo, 2020 - 23:24
  • In allegato i file dei compiti per la settimana di sospensione delle attività didattiche dal 9 al 15 marzo.

    Pubblicato il: Lunedì, 9 Marzo, 2020 - 16:18
  • Gli alunni della scuola dell' Infanzia Aurelio Mariani, hanno iniziato la "Settimana in bellezza", incontrando due "vignaroli" velletrani, "Isso" e "Essa" che con naturale dedizione, li hanno condotti tra I filari della vigna ad osservare come avviene la vendemmia ed in cantina a scoprire come il vino finisce nella "cannatina". Nell'orto "carciofole, cavoglietti, cocozze e pommidori "sono stati gli ortaggi più apprezzati dai visitatori. Cosa dire poi di sua maestá la camelia? L' hanno incontrata nello "stazzo" pronta per l'occasione, tutta fiorita in questa stagione. Fuori e dentro al "gallinaro", galline, oche, mucche, pecore e maialini hanno divertito tutti I bambini. E nel fine settimana? Tutti In Primaria a festeggiare, con canti vari e danze popolari. Sono stati realizzati: un grande cartellone per documentare il percorso effettuato, tanti libricini con i capolavori da regalare ai genitori, maschere e festoni per ricordare le locali tradizioni. - "La settimana in bellezza," programmata per far conoscere ai bambini le peculiarità di un territorio agricolo con le tipiche espressioni dialettali e le sue usanze contadine talvolta incomprese e dimenticate , è trascorsa con piacevole naturalezza, insegnando a tutti che il bello del passato, in ogni momento, se si vuole, può tornare, coinvolgere, interessare, e soprattutto arricchire le conoscenze, le competenze e la personalità di ognuno. - E come si suol dire: nella nostra Scuola... il bello deve ancora venire!

    Pubblicato il: Venerdì, 21 Febbraio, 2020 - 19:15
  • È con questo slogan, dipinto sulle magliette, che è cominciata la settimana in bellezza al plesso A. Mariani di via Paolina… perché questo è il senso della nostra scuola… dove l'io e l'altro si incontrano, si emozionano, imparano a scoprire e a costruire la loro identità… Ma l'identità, nella sua evoluzione dinamica, ha, nei suoi contenuti, una componente essenziale: il territorio, con le sue bellezze artistiche, paesaggistiche, gastronomiche, folkloristiche… Ed ecco allora che prende vita, con i nostri colori, Gurgumiello, il contadino veliterno con "scarpe grosse e cervello fino", che nella "vigna" ha i suoi tesori e li sfoggia, orgoglioso, alle sagre paesane… tra questi, il "carciofo alla matticella". Non c'è festa, però, senza balli ed eccoci impegnati a ballare anche il "saltarello", guidati da Luigi Petrizzelli del gruppo folk 'O Stazzo. Ad arricchire il percorso della scoperta del territorio di Velletri sono intervenuti, inoltre, il GAV e la COOP. È stata una settimana tesa ad offrire agli studenti "bellezza, educandoli a riconoscerla e a praticarla a scuola, in famiglia, nella vita di tutti i giorni: la bellezza dell’apprendimento, dell’esplorazione, della scoperta; la bellezza delle emozioni, della relazione, della condivisione; la bellezza della diversità, della curiosità, della gentilezza" come proposto dall'ATTO DI INDIRIZZO della nostra DS.
    La bellezza risveglia l'anima all'agire.
    (Dante Alighieri)

    Pubblicato il: Mercoledì, 19 Febbraio, 2020 - 23:14
  • Pubblicato il: Mercoledì, 19 Febbraio, 2020 - 21:10
  • Pubblicato il: Martedì, 4 Febbraio, 2020 - 09:51
  • Le tecnologie sono entrate a far parte prepotentemente anche della vita dell'insegnante. Offrono nuovi strumenti, nuove modalità comunicative, ma richiedendo impegno da parte di chi non si è voluto concedere a loro apprezzamento e da parte di chi non ne ha avuto occasione del suo utilizzo. Motivata dal voler offrire ai suoi dipendenti l'opportunità di un corretto utilizzo ed un positivo approccio all'utilizzo delle tecnologie nella professione insegnante, il dirigente scolastico Margherita Attanasio dell'Istituto Comprensivo Gino Felci, ha voluto organizzare dei corsi di primo approccio di utilizzo ad un livello base delle tecnologie interni all'istituto stesso. Il team digitale composto da un rappresentante di ogni ordine di scuola: Simona Bellanca per la scuola dell’infanzia, Paola Loru per la scuola primaria e Angelo Lombardi per la scuola secondaria di primo grado “Clemente Cardinali” e coordinato dall' animatore digitale Ilaria Colella, si è così impegnato a strutturare cinque incontri destinati ai docenti che si sono auto individuati come dotati di competenze base nell'utilizzo delle tecnologie digitali, grazie ad un form di autovalutazione inviato in precedenza a tutti i docenti dell'Istituto. Sono nati così i Caffè digitali incontri di due ore in cui l'esperienza e le competenze del team digitale vengono messe a disposizione di chi desidera migliorarsi. Giovedì 30 gennaio si è così tenuto il primo Caffè digitale un gradevole incontro tra colleghi che ha avuto come oggetto il ripasso delle corrette procedure per l'utilizzo del registro elettronico nell'espletamento delle prossime operazioni di scrutinio di fine primo quadrimestre.
    È stata fatta inoltre una panoramica sulla strutturazione del nuovo sito dell'Istituto con tutte le sue aree di consultazione, ed inoltre una puntualizzazione sulle varie opportunità offerte dalla casella di posta elettronica interna al Gino Felci che saranno approfondite in seguito. Grande apprezzamento per i partecipanti e soddisfazione per l'animatrice digitale ed il team digitale da lei coordinato.

     

    Pubblicato il: Sabato, 1 Febbraio, 2020 - 23:08
  • Alla Scuola dell’Infanzia il primo premio del concorso:” Natale 2019 vorrei chiedere a Babbo Natale che…” organizzato dal Comitato di strada dei Commercianti di Via Cannetoli, Via Alfonso Alfonsi, Via Camillo Meda. Quella di sabato 18 Gennaio è stata una mattinata che ha riservato una splendida sorpresa per i piccoli alunni del nostro plesso e per noi maestre. Alle 12,00 ci siamo ritrovati con qualche alunno accompagnato dai genitori presso il Bar Filippi, su invito del Comitato organizzatore, per la cerimonia di premiazione e chiusura del Concorso “Natale 2019 a Babbo Natale vorrei chiedere che…” al quale, abbiamo partecipato con un libro pop up realizzato in collaborazione da tutti i bimbi e le docenti, attraverso la metodologia del lavoro di gruppo a sezioni aperte. Con nostra grande sorpresa abbiamo scoperto che il nostro lavoro ha ricevuto il primo premio per aver centrato l’argomento del concorso e per l’originalità della realizzazione. Il premio in questione è stato consegnato dagli organizzatori ad una piccola rappresentanza dei nostri alunni contornati con gioia da noi docenti e incoraggiati dal sorriso rassicurante dei propri genitori. Questo piccolo semplice premio consistente in una graziosa pergamena, che custodiremo con cura nel nostro plesso, va molto al di là del simbolo materiale perché, rappresenta per noi docenti il traguardo di uno sforzo di collaborazione e ricerca del risultato comune che, quando come in questo caso si persegue e si raggiunge con tali risultati, dimostra l’efficacia della strategia educativa intrapresa nella nostra scuola dell’ Infanzia  e ci incoraggia e stimola a proseguire in un percorso educativo comune e condiviso che, siamo certe, potrà sicuramente essere esperienza viva di Buona scuola.

    le docenti della scuola dell’Infanzia “A. Mariani”

    Pubblicato il: Mercoledì, 22 Gennaio, 2020 - 19:38
  • Come ogni anno l’atmosfera magica del Natale ha invaso le nostre sezioni e subito con grade entusiasmo i piccoli si sono messi all'opera. Nella scuola dell’infanzia oltre a partecipare alle attività previste nel progetto di plesso e nel progetto continuità, il Natale è stata occasione per guidare i bimbi alla ricerca di tutti quei semplici gesti che costruiscono la pace.
    Natale di Pace è stato infatti lo slogan che ha coinvolto tutte le sezioni in attività comuni che sono andate a concludersi con lo scambio degli auguri con i genitori che anche se strutturato come un'unica manifestazione è stato necessariamente suddiviso in tre incontri.
    Le attività hanno preso avvio già di primi giorni di novembre con gli incontri di continuità dove insieme agli alunni della primaria e i cinquenni hanno preparato gli addobbi per la scuola ma l'occasione per dare l'avvio ufficiale è stata la costruzione dell' Albero di natale in occasione dell' Open Day del 7 dicembre , che ha coinvolto alunni già frequentanti e bimbi in visita con le famiglie al plesso in una realizzazione comune che dona all'androne della nostra scuola la bella atmosfera Natalizia.
    Successivamente gli alunni si sono impegnati nella realizzazione degli addobbi per i due alberi di camelie posti in via Cannetoli e nella costruzione di un libro pop up nel quale formulano le loro richieste a babbo natale aderendo all’evento “Natale 2019 vorrei chiedere a Babbo natale che…” proposta dal Comitato di strada “Strade virtuose dove quelli che il quartiere che…”
    Continuando in un crescendo di festa il giorno 16 dicembre, i bambini della sezione C del plesso si sono esibiti con canti e balli alla presenza di genitori e parenti. Pur appartenendo a religioni diverse, il messaggio di pace, proprio del Natale, è stato da tutti inteso e condiviso. Tanti cuori, simbolo dello stare insieme “uniti nella ricchezza della diversità", hanno colorato la scena accompagnando I protagonisti nell’evento tanto atteso ed importante.
    - L'essenziale semplicità dello stare insieme, il comprendersi ed emozionarsi pur parlando svariate lingue, il condividere momenti di autentico valore è stato il comune denominatore.
    - Lo scambio degli auguri e la consegna del tradizionale lavoretto di Natale hanno concluso in bellezza la particolare e suggestiva giornata scolastica.
    Il giorno 17 dicembre anche i bambini della sez. A tra canti balli e una piccola rappresentazione hanno cercato di immaginare quale potesse essere il pensiero di Babbo Natale oggi. Un mondo, quello di oggi sempre più tecnologico che ha forse dimenticato i veri valori di cui tutti noi abbiamo bisogno: PACE, AMORE, SERENITA’.
    Per questo hanno immaginato un Babbo Natale che dichiara sciopero e non vuole proprio sapere di assecondare le richieste tecnologiche dei bambini. Ma i bambini sanno che Babbo Natale ha un grande cuore pieno d’amore per loro e così mentre dorme sogna un bambino che lo prega di continuare a portare la magia del Natale nelle case di tutti i bimbi scegliendo lui cosa donare e così cambia idea per amore.
    E così sotto l’albero metterà tanti regali ma niente computer, tablet, smartphone e videogiochi. la mattina di Natale i bambini troveranno tanta pace, amore e serenità per loro ma anche per tutto il mondo.
    E questo è anche l’augurio che le insegnanti hanno rivolto ai loro piccoli attori e alle loro famiglie.
    A chiudere le giornate di scambi di auguri il 18 dicembre ci ha pensato la sezione B che essendo impegnata grazie al progetto Tacabanda a scoprire la bellezza della musica e degli strumenti musicali ha proposto ai genitori un momento tutto musicale. Nella prima parte i piccoli trasformatisi in impeccabili professori d’orchestra hanno offerto ai genitori un mini concerto su arie Natalizie suonando lo strumentario di Orff e cantando brani natalizi e dedicati alla pace nella seconda parte invece hanno proposto esercizi di ascolto attivo con esercizi mimici su musica natalizia attraverso l’uso di nastri , foulard e frange in conclusione una bella rielaborazione del brano di Michael Jackson Heal the world che, appositamente tradotto e riadattato ha richiamato ancora una volta l’attenzione sul fatto che la Pace è possibile se come recita il refrain del canto
    “Con la forza ed il coraggio troveremo una via insieme migliore per me e per te, se tutti insieme a noi darete una mano voi scoprirete che è importante ritrovare i valori della vita insieme per me e per te ……
    E per finire e chiudere questo splendido periodo pieno di impegno, lavoro ma anche tante soddisfazioni di bimbi, genitori e maestre a sorpresa è arrivato Babbo Natale in persona a far visita alle nostre sezioni portando dolci sorprese a bimbi e maestre.

    Pubblicato il: Lunedì, 23 Dicembre, 2019 - 16:32

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.69 del 18/12/2019 agg.23/03/2020
Theme Improved by Medula