Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

"Rosita Zarfati - Colle Carciano" - Scuola dell'Infanzia e Scuola Primaria

Inclusiva, costruttiva, differente ... insieme verso il tuo futuro.

zarfati

scuola cardioprotetta

Indirizzo: Via Piazza di Mario 43
Telefono: 069624884
Codice meccanografico Infanzia: RMAA8F7028

Codice Meccanografico Primaria: RMEE8F703E
Responsabile di plesso: Francesca Nocca

    

Sede di servizio: 
Primaria Rosita Zarfati - Colle Carciano

Notizie

  • Lunedì 12/04/2021 ha preso il via il progetto “Yogamente”, un corso di Yoga di 10 incontri tenuto dall’insegnante Raffaella Del Ferraro per gli alunni della classe 4ªB della scuola Primaria “Rosita Zarfati”.

    L’insegnante Raffaella, antropologa interessata alle dinamiche di evoluzione individuale che appartengono alle molteplici culture sparse in tutto il mondo, Diplomata all’ IKYTA (International Kundalini Yoga Teacher Associations) e all’International Gatka Academy, qui giunta come esperto esterno di decennale esperienza nella direzione di corsi e workshop per bambini e adulti sia a livello nazionale che internazionale, con professionalità, pazienza e dolcezza ha carpito l’attenzione degli alunni. Ha introdotto la metafora dell’albero che, se duro, rischia di spezzarsi facilmente, mentre, se è flessibile, mostra la sua resistenza nell’affrontare le pressioni e le avversità. Così si è iniziato a lavorare per rendere più flessibile il corpo, i muscoli, i nervi e il pensiero. Sì, anche il pensiero perché una persona flessibile dentro è una persona flessibile anche nell’affrontare le avversità della vita, le difficoltà, gli scontri con l’altro e la flessibilità lo renderà più forte, perché più facilmente adattabile alle situazioni nuove e impreviste.

    Attraverso il filo conduttore della fantasia, il contatto con la natura e l'acquisizione delle regole per il rispetto di essa, ogni posizione yoga è stata presentata con delle carte da gioco in cui le illustrazioni introducevano gli alunni al mondo dello Yoga. Un viaggio fantastico, a volte ad occhi chiusi, in cui i bambini hanno potuto immaginare di trovarsi ogni volta in un luogo diverso, dalla montagna al mare, assumendo le varie posizioni per poi sentirsi liberi di raccontare i particolari più interessanti della loro esperienza fantastica. Nessuna forzatura inizialmente, nessun tentativo di avere movimenti perfetti e figure da manuale, perché per imparare ad essere flessibili e quindi più resistenti è necessario dare ai nostri piccoli allievi esempio di flessibilità anche da parte degli insegnanti.

    Inoltre, guidati dall’ascolto della canzone “Camminando sull’arcobaleno” gli alunni sono stati introdotti verso una sensibilizzazione alla percezione del vissuto emotivo e dell’energia che ci offre la concentrazione sui colori e hanno avuto la possibilità di riflettere su di loro come introduzione al lavoro sui 7 Chakra dello Yoga.

    Un’ora intensa di emozioni, di fantasia, di rispetto per le esperienze, le emozioni e le idee di ciascuno che ha arricchito gli alunni nel loro percorso scolastico lasciando serenità interiore e gettando il seme della flessibilità quale strategia di resilienza.

    Lunedì 19 il secondo incontro con il proseguo dell’entusiasmante esperienza!

    Pubblicato il: Lunedì, 12 Aprile, 2021 - 22:50
  • Con la ripresa delle lezioni in presenza, gli alunni delle classi quarte della scuola primaria Rosita Zarfati hanno potuto continuare anche le lezioni di pattinaggio previste dal Progetto "Rotelle di classe". Il progetto proposto dalla Federazione Italiana Sport rotellistici, pattinaggio e freestyle che a Velletri opera dal 1997 con corsi di pattinaggio in linea e pattinaggio a rotelle, ha come obiettivo lo sviluppo dell'equilibrio, dell'abilità orientative e spazio temporali. Grazie alla sua infinita dolcezza e pazienza il maestro Simone Pontecorvi, con dedizione e tanta professionalità, è riuscito a coinvolgere tutti gli alunni nelle sue lezioni. Indossati i pattini e le relative protezioni offerti dall'associazione e attentamente igienizzati, anche chi non aveva mai approcciato a questa attività, già dalla seconda lezione si è lasciato andare e si è fatto trasportare dalle coinvolgenti potenzialità di questi strumenti.

    Nonostante abbiano seguito solo due lezioni, molti sono stati gli alunni che hanno sperato di trovare un paio di pattini dietro l'uovo di Pasqua!

    Il plesso di scuola primaria e dell'infanzia è sempre molto attento a proporre ai propri alunni esperienze di approccio alle varie discipline sportive. È un'opportunità che aiuta i bambini a misurarsi nelle diverse espressioni che lo sport ci offre, e integra la percezione dei vari segmenti dello schema corporeo ai fini dello sviluppo di un equilibrio fisico che fa da base all'equilibrio emotivo e relazionale.

    Pubblicato il: Martedì, 6 Aprile, 2021 - 18:10
  • Nonostante il periodo di didattica a distanza, nella mattinata di giovedì 25 marzo, gli alunni di alcune classi della Scuola Primaria e dell’Infanzia “Rosita Zarfati”, come suggerito da più note del Ministero della Pubblica Istruzione, hanno aderito alle celebrazioni previste per il DANTEDÌ. Le celebrazioni di quest’anno hanno avuto un eco maggiore in occasione dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, Dante Alighieri.

    La poetica del padre della lingua italiana, poco viene inclusa nella tradizionale didattica della scuola Primaria e dell’Infanzia italiana, ciò nonostante gli alunni si sono lasciati coinvolgere appassionatamente alle attività proposte che, adeguate per ogni ordine di scuola, hanno previsto la lettura di alcuni passi della Divina Commedia, di poesie del grande maestro, visione di video illustrativi sulla vita, la poetica, ma anche sull’epoca in cui è vissuto con i suoi abiti e le usanze.

    Tra curiosità e ammirazione, gli alunni hanno  prodotto un elaborato grafico a ricordo della giornata da condividere da remoto con i compagni.

    L’attualità dei temi trattati fa di Dante un poeta senza tempo, la sua satira politica ha affascinato gli alunni più grandi rendendoli consapevoli dei messaggi intramontabili che già da allora Dante veicolava con la sua arte e che ancora oggi vengono apprezzati da molti studiosi in tutto il mondo. Inoltre, aver ritrovato il tema dell’oltretomba più volte presente nei film fantasy dei nostri ragazzi, in scritti risalenti a sette secoli fa, ha reso attuale i contenuti incuriosendo e meravigliandoli ma confermando la passione e l’interesse dell’uomo per l’ignoto.

    Il Dantedì ha dato l’opportunità alle insegnanti di sottolineare l’importanza della cultura nell’armonica crescita di un individuo (cit. Dante “Nati non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza”) necessaria per maturare una visione critica del mondo circostante.

    Pubblicato il: Sabato, 3 Aprile, 2021 - 18:56
  • La giornata internazionale della donna,un'occasione per far conoscere ai nostri alunni alcune donne che si sono distinte nel passato e nel presente per la loro capacità e competenze.Soprattutto un'occasione per sottolineare l'importanza di ricordare che troppo spesso i diritti naturali e la dignità della donna non vengano rispettati,e che troppo spesso nel mondo le bambine non possano ancora ricevere un'istruzione adeguata.Per tutte le bambine e le donne del mondo rispetto,dignità e pari opportunità.

    CLICCA QUI PER VEDERE IL NOSTRO VIDEO

    Pubblicato il: Giovedì, 11 Marzo, 2021 - 19:48
  • La Giornata Internazionale dei diritti della Donna proclamata dall'Onu nel 1977 è sempre ricordata nel plesso di scuola dell'infanzia e di scuola primaria Zarfati con allegria, ma anche con l'ammirevole ricordo di quanti hanno lottato in passato, e ancora oggi lottano in tutto il mondo, per il superamento delle discriminazioni di genere. Nella mattinata dell'8 marzo numerose attività educativo-artistiche hanno fatto seguito a letture, riflessioni e ricerche incentrate sul tema della parità di genere: si è andati dalla lettura degli articoli della nostra Costituzione garanti dell'uguaglianza di genere, all'analisi della considerazione della donna nelle varie epoche storiche e alla storia della conquista della parità di genere vissuta nel nostro paese; per i più piccoli attività di rappresentazione grafica del fiore simbolo della festa, che fortunatamente ancora vediamo rigogliosamente fiorire nelle campagne adiacenti la scuola e per tutti un piccolo manufatto da portare a casa come ricordo della giornata e come dono per la donna più importante della loro vita: la mamma.

    Le attività, moderatrici di qualunque estremismo, hanno l'obiettivo di educare fin da piccoli al rispetto reciproco, alla libertà di scelta, al senso critico rispettoso delle diversità che i bambini accolgono sempre con estrema sensibilità e gioioso ottimismo anche di fronte alle più temibili cronache, testimonianza del duro lavoro, che come società civile, ancora ci attende.

    Pubblicato il: Lunedì, 8 Marzo, 2021 - 21:07
  • Alla Zarfati ci siamo caricati di impegno, creatività e abbiamo utilizzato le mascherine in modo divertente.

    Una carica maculata in bianco e nero ci ha invaso e un po' di leggerezza ci ha invaso. Alla Zarfati siamo in carica perennemente.

    CLICCA QUI PER VEDERE IL NOSTRO VIDEO.
     

    Pubblicato il: Venerdì, 19 Febbraio, 2021 - 21:27
  • Martedì 16 febbraio 2021 nella scuola dell’infanzia e primaria Zarfati si è festeggiato il Carnevale, che quest’anno è stato, come tutte le altre nostre iniziative sicuramente diverso, ma non per questo meno coinvolgente.

    Proprio visto il periodo particolare, abbiamo fatto un pieno di energia, ci siamo caricati di pazienza, di colla, forbici e tante macchie nere.

    Gli alunni della nostra scuola, colmi di buona volontà e impegno, hanno realizzato con le mascherine chirurgiche, che ormai sono diventate un accessorio imprescindibile della nostra quotidianità, delle super maschere da dalmata.

    In questa occasione un oggetto che ci sta condizionando è diventato motivo di divertimento e creatività diventando un doppio strato di protezione, decorato per l’occasione, che ha rafforzato il sentimento di fiduciosa convivenza.

    Una carica di allegria maculata in bianco e nero che ha riempito tutti i locali della nostra scuola coinvolgendo tutto il personale docente e Ata in servizio.

    Ecco allora una marea di Pongo, Peggy, Bulgey, Lucky, Macchia, Rolly, Colorina tutti uguali, ma comunque diversi e immancabile anche Crudelia de Mon.

    Eccoci!!! La nostra Carica dei 101 ha saputo fare, anche questa volta, di necessità virtù e con la fantasia e la vitalità propria del Carnevale e dei bambini, è arrivata portando una mattinata di leggerezza e allegria a tutti noi e una carica di positività che questa volta ci serve davvero.

    Buon Carnevale a Tutti!!!

    Pubblicato il: Martedì, 16 Febbraio, 2021 - 16:35
  • Lunedì 8 febbraio il plesso di scuola Primaria Zarfati-Carciano ha avuto l'onore di ospitare Ugo, un bellissimo labrador nero e il suo istruttore cinofilo Piero gatta dell'associazione Onlus “La tartaruga”.

    La visita di Ugo è legata al progetto Pet Therapy (attività educative con gli animali) che prevede diversi incontri a cadenza quindicinale, proposto e organizzato dall' Istituto Comprensivo Gino Felci.

    Ugo ha avuto un ruolo prezioso, stimolando la comunicazione e la relazione sociale tra i bambini. Gli animali impiegati per il progetto Pet Therapy rappresentano un ponte per favorire le relazioni umane con ricadute positive negli ambiti educativi e didattici. La relazione cane/bambino, basata sull' affetto e sull'attaccamento, determina una regolazione reciproca delle emozioni e dei comportamenti.

    I nostri alunni hanno accolto Ugo con grande entusiasmo facendolo entrare a tutti gli effetti quale membro della nostra comunità educante.

    Ci si augura che tale progetto possa continuare negli anni futuri affinché diventi parte integrante della nostra didattica all'interno del nostro Istituto.

    Pubblicato il: Martedì, 9 Febbraio, 2021 - 22:56
  • Nella mattinata di lunedì 8 febbraio gli alunni di scuola dell'infanzia e di scuola primaria del Plesso scolastico Rosita Zarfati a Colle Carciano sono stati coinvolti in attività manuali e riflessioni sul bullismo e sul cyberbullismo. Il nodo blu, simbolo da anni del comune intento delle scuole nello sconfiggere la piaga del bullismo che serpeggia nella nostra società e prepotentemente si affaccia sulle cronache più scure dei nostri quotidiani, è stato riportato sui quaderni perché diventi un monito alla lotta comune e condivisa e un'esortazione a denunciare quanto subìto o quanto visto subire. Una presa di coscienza che sin da piccoli viene alimentata anche dalla scuola, per essere d'aiuto non solo alle vittime, ma anche ai più deboli, ai bulli, a chi troppo spesso non ha trovato empatia e comprensione.
    Un colorato prato rigoglioso di fiori dell'amicizia è stato realizzato inoltre per testimoniare come l'unione di intenti può rendere migliore la vita.

    CLICCA QUI PER VEDERE IL NOSTRO VIDEO SU YOUTUBE.

    Pubblicato il: Lunedì, 8 Febbraio, 2021 - 17:11
  • La Giornata della Memoria un momento emotivamente toccante che i nostri bambini hanno saputo recepire con la loro spontaneità e leggerezza. Ecco che abbiamo immaginato che Rosita Zarfati sia diventata una nostra compagna e che abbia potuto vivere un po' spensieratamente la nostra scuola allegra e colorata.

    CLICCA QUI PER VEDERE IL NOSTRO VIDEO SU YOUTUBE

    Pubblicato il: Sabato, 30 Gennaio, 2021 - 19:18
  • Nel plesso di Scuola Primaria e dell’Infanzia di Colle Carciano, la mattinata del 27 gennaio, sì è arricchita delle attività didattiche per la commemorazione della Giornata della Memoria. Mentre le classi quarte si recavano presso la Scuola Media “Clemente Cardinali” dello stesso Istituto Comprensivo, il ricordo della Shoah, per i bambini piccolissimi della Scuola dell’Infanzia è stato filtrato dalle parole della bambina ebrea Anna Frank, autrice del famoso diario: “Quello che è accaduto non può essere cancellato ma si può impedire che accada di nuovo” e nella realizzazione di rose rosse colorate insieme ad un lavoro didattico che riproduceva una porzione di filo spinato con sopra disegnati dei cuori e dei fiori.

    La Giornata della memoria per gli alunni della Scuola Primaria, si è invece sviluppata nella lettura del testo per l’infanzia “Otto. Autobiografia di un orsacchiotto” dell’autore Tomi Ungerer, in successive riflessioni ed elaborati vari da parte degli alunni sull’argomento e nella creazione finale di un manufatto in ricordo di questa giornata. Con la lettura del libro gli alunni di scuola primaria hanno potuto riflettere capendo che la vera amicizia, come valore prezioso, sa andare oltre il tempo e le discriminazioni che l’irrazionalità fa compiere agli adulti; passa con delicatezza ed estrema discorsività nelle pagine di questo libro per l’infanzia in cui la gemma più preziosa è l’unione fraterna tra questi due bambini, uno tedesco e l’altro ebreo ritrovatisi poi adulti. Un’amicizia che va oltre i momenti bui della Storia.

    Gli alunni di quinta si sono, inoltre, impegnati nel rinnovare i messaggi destinati all’Albero della Memoria, ormai diventato un gradito appuntamento del plesso. Messaggi con le espressioni di disprezzo per il capitolo più scuro della storia europea e l’impegno a non dimenticare, sono stati scritti e rappresentati dagli alunni più grandi e poi posti nei barattoli appesi al rigoglioso albero d’ulivo nel giardino della scuola.

    Tanti gesti simbolici che arricchiranno il vissuto scolastico dei più giovani lasciando, ne siamo certi, un segno indelebile.

    Pubblicato il: Venerdì, 29 Gennaio, 2021 - 15:42
  • Quella del 27 gennaio, Giornata della Memoria, è stata una mattinata che ha visto una feconda sinergia tra i tre gradi di scuola dell’Istituto “Gino Felci”. Gli alunni delle classi quarte del plesso Zarfati si sono recati presso il teatro della Scuola Media “Clemente Cardinali” per assistere alla presentazione dei lavori eseguiti dalle classi di scuola media sul tema della Shoah, portando il contributo degli alunni della scuola dell’Infanzia e l’intervento dell’ospite d’onore Loredana Zarfati.

    Tanti i contenuti e le competenze messe in gioco: dalla presentazione delle informazioni ricavate durante le ricerche sulla vita dei 12 deportati veliterni, elaborata dai ragazzi delle medie e proiettata sul mega schermo del teatro, alla rappresentazione teatrale, egregiamente ritratta dai ragazzi, di un’impossibile intervista agli stessi in cui, oltre al racconto degli eventi, si indagava sui loro stati d’animo, le loro commoventi speranze. Video informativi e il video del canto “Gam gam” diventato simbolo del genocidio che riguardò più di un milione e mezzo di bambini uccisi dai nazisti, hanno poi introdotto l’ospite della mattinata Loredana Zarfati fortemente, e da tempo, voluta dalle insegnanti della Scuola Primaria e dell’Infanzia “Rosita Zarfati”. Sorella da parte di padre di Rosita Zarfati,  Loredana si è collegata da remoto grazie alla mediazione di Antonietta Lucchetti, insegnante di scuola primaria a Velletri, storica veliterna e socia dell'Associazione Memoria '900 che, sin dai suoi studi universitari, ha approfondito, e continua a farlo, la storia dei deportati ebraici di Velletri.

    Dopo la lettura di una tenera lettera a Rosita Zarfati, deportata veliterna, da parte degli alunni della Scuola dell'Infanzia, la gentilissima signora Loredana, visibilmente emozionata dalla calorosa accoglienza che solo la spontaneità dei bambini sa dare, si è gentilmente sottoposta alle domande che gli alunni di Scuola Primaria le hanno posto parlando del rapporto con il padre, sempre gioioso, nonostante le cicatrici lasciate dalla guerra, e con i fratelli mai conosciuti. Poi la gratitudine per gli alunni che hanno voluto coinvolgere la loro “nuova amica” nell’espressione dell’orgoglio per fa parte di una scuola dedicata a chi non ha avuto il tempo di godere della scuola e per avere una biblioteca scolastica, “Rosita” appunto, dedicata a tutti i bambini che in passato (e purtroppo ancora oggi), non hanno la possibilità di leggere e studiare.

    Ed infine la cara Loredana ha voluto ringraziare tutti gli insegnanti che quotidianamente si impegnano nell’educazione dei più giovani, e ha porto loro gli auguri di un sereno lavoro affinché possano contribuire a rendere il mondo migliore.

    Il congedo con la signora Loredana Zarfati si è alimentato di promesse per future collaborazioni, possibilmente dal vivo, che ravviveranno quel “filo d’oro”, come la Zarfati ha definito, che la lega a Velletri.

    Gli insegnanti tutti si augurano che questa proficua collaborazione, indice di una reale continuità tra i tre ordini di scuola di un comune Istituto Comprensivo, possa proseguire nel tempo con altri incontri didattico educativi.

    Pubblicato il: Venerdì, 29 Gennaio, 2021 - 14:40
  • Una bellissima iniziativa quella del signor Enrico del negozio Copy System Service di Velletri che ricalcando la vecchia tradizione del “Caffè sospeso” ha lanciato nel suo negozio l’idea de “ Il quaderno ...sospeso”.

    Un gesto solidale per aiutare bambini e ragazzi in difficoltà in questi tempi difficili.  Grazie al contributo di tante persone e alla sua generosità oggi il signor Enrico ha donato quaderni, colori e materiale didattico di vario genere (tutto sigillato nel rispetto delle norme anti COVID) alla scuola primaria e dell’infanzia Zarfati-Carciano. Le insegnanti ringraziano per il bellissimo gesto e auspicano che altre attività seguano lo stesso esempio perché le conseguenze della povertà e del disagio sociale non devono compromettere in alcun modo il diritto allo studio.

    Pubblicato il: Sabato, 23 Gennaio, 2021 - 21:54
  • Ispirati dalla poesia "Il mago di Natale" di Gianni Rodari, in occasione del centenario della sua nascita, gli alunni della classe  IVA del plesso Zarfati-Carciano hanno realizzato il testo in rima baciata "Il mago di Natale a Velletri". I nomi delle vie sono le strade di Velletri più vicine ai loro affetti e alla loro quotidianità. Il video è stato realizzato con la registrazione di una lettura spontanea dei bambini. Le strofe sono state liberamente rappresentate dagli alunni facendo uso degli strumenti a disposizione della classe 2.0: pennarelli, pastelli, fogli, Microsoft Paint e fantasia. Buona visione!

    CLICCA QUI PER VEDERE IL NOSTRO VIDEO DI AUGURI SU YOUTUBE!

    Pubblicato il: Giovedì, 31 Dicembre, 2020 - 19:15
  • "Ricominciamo Insieme, abbiamo ricominciato, ma in modo diverso dal solito, ma abbiamo ricominciato, con i vostri sorrisi, il vostro entusiasmo, la vostra allegria ... Grazie a voi bambini e bambine che ogni giorno ci date la carica, insieme è più bello, insieme ma rispettosi delle regole siamo riusciti a fare tutto questo e anche molto altro. Buone feste a tutti voi piccoli e alle vostre famiglie speciali."

    Le maestre della Scuola dell'Infanzia del plesso Rosita Zarfati-Colle Carciano

    CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO SU YOUTUBE
     

     

    Pubblicato il: Sabato, 19 Dicembre, 2020 - 11:42
  • La scorsa settimana nel plesso della scuola Primaria e dell’Infanzia Zarfati-Colle Carciano ha preso il via il progetto “Classe 2.0”. Il plesso già da diversi anni ha l’onore di condurre tale sperimentazione nell’Istituto Gino Felci e con orgoglio svolge il compito di affiancare l’insegnamento e l’apprendimento tradizionale con l’utilizzo di moderni strumenti tecnologici. L’uso delle tecnologie ormai investe la nostra vita e la scuola, sempre pronta a rinnovarsi, pur mantenendo fede al suo ruolo educativo e formativo, non poteva esimersi dall’offrire opportuni stimoli di crescita.

    Lungi dal mettere da parte quaderni e libri, il progetto si prefigge lo scopo di educare gli alunni a trovare nelle tecnologie quali la LIM, il computer, le piattaforme e i software dedicati allo studio, al confronto e alla condivisione, un supporto innovativo, una modalità nuova per costruire la propria conoscenza e per sperimentare nuovi linguaggi al fine di rappresentare le conoscenze e di comunicare. Si offre agli alunni la possibilità, sin dalla più tenera età, di servirsi liberamente di più strumenti e quindi di più rappresentazioni dello stesso concetto oggetto di studio, ma anche di una stessa abilità applicata ad esperienze diverse di vita. Inoltre, tra gli obiettivi del progetto, c’è quello dello sviluppo del pensiero computazionale e del ragionamento strutturato nelle situazioni di problem solving, attività durante la quale le insegnanti si pongono come stimolatori di esperienze problematiche formative e gli alunni come collaboranti solutori di problemi.

    Un’occasione, per gli alunni della scuola Zarfati, che ha già mostrato un gran successo in termini di miglioramento delle prestazioni scolastiche e della motivazione allo studio, nonché nella crescita dell’autostima. E’ questo, inoltre, un modo per formalizzare l’apprendimento dell’uso didattico delle nuove tecnologie che altrimenti sarebbe veicolato negli alunni più giovani unicamente attraverso “smanettamenti” e apprendimenti per prove ed errori.

    Quest’anno, inoltre, anche tenuto conto delle costrizioni dei ritmi scolastici imposte dal rispetto delle misure anticovid, il progetto si arricchirà dell’opportunità di approfondire l’uso di strumenti didattici nel pomeriggio con il Progetto “Classe 2.0 after Noon”. Un rientro a scuola tanto atteso dagli alunni, felici di arricchire le proprie competenze!

    Pubblicato il: Martedì, 8 Dicembre, 2020 - 21:45
  • Anche quest’anno il nostro Istituto Comprensivo “Gino Felci” ha avviato il Progetto Accoglienza, Continuità e Orientamento dal titolo “HO TROVATO…LA BUSSOLA”.

    I bambini della classe VA del nostro plesso Rosita Zarfati-Colle Carciano venerdì 20 novembre sono stati accompagnati dalle loro insegnanti, alla scuola media “Clemente Cardinali”.

    Il tutto si è svolto nel rispetto delle misure e norme anti covid e indossando i dispositivi necessari.

    Il docente, responsabile del laboratorio di ceramica Prof. Gianfranco Tribuzio della scuola Cardinali, ha accolto i nostri alunni, predisponendo un’attività coinvolgente durante le lezioni anti meridiane.

    Gli alunni hanno sperimentato personalmente la tecnica e il procedimento dell’argilla realizzando uno “gnomo portafortuna” e visionato il forno per la cottura di questo materiale.

    La visita alla scuola Cardinali è stata un’importante opportunità, perché, la continuità ha lo scopo di sostenere e accompagnare gli alunni nel delicato passaggio dalla Scuola Primaria alla Secondaria di primo grado.

    Come negli anni precedenti, questo progetto vede i nostri alunni protagonisti, offrendo agli stessi l’opportunità di conoscere spazi e laboratori della loro futura scuola, ma in primis l’opportunità di conoscere la stessa, quale ambiente ricco di stimoli per l’apprendimento e la relazione.

    Seguiranno altri due incontri presso la scuola “Clemente Cardinali” il 4 e il 20 dicembre con laboratori di Scienze e di Educazione Fisica.

    Pubblicato il: Giovedì, 3 Dicembre, 2020 - 17:02
  • La giornata mondiale della gentilezza, venerdì 13 novembre, è approdata alla scuola dell’infanzia e primaria “Zarfati-Carciano“. Agli alunni è stato chiesto di disegnare “come vedono la gentilezza“. Al centro dell’attenzione i piccoli gesti d’affetto. Grazie al movimento locale Japan Small Kindness movement, fondato nel 1988 a Tokyo, la gentilezza è diventata un fenomeno globale promuovendo atti gentili in tutto il mondo, sotto il nome di world Kindness Movement. La giornata mondiale della gentilezza si festeggia in modi diversi nei vari angoli della Terra, ma cosa significa gentilezza? Innanzitutto è cortesia, buona educazione e buone maniere, ma anche altruismo, generosità e disponibilità: la gentilezza non fa bene solo a chi la riceve ma soprattutto a chi la fa. In questo momento così difficile la gentilezza acquista un valore ancora più alto: diventa essenziale nei momenti di solitudine e di difficoltà. Un gesto gentile può far sentire che ci prendiamo cura dell’altro, la gentilezza diventa delicatezza, affetto e rispetto fra le generazioni, diventa solidarietà, diventa speranza di un mondo migliore. I bambini della “Zarfati-Carciano“ hanno ascoltato letture delle loro maestre sulla gentilezza, hanno riflettuto su cosa significa essere gentili e come lo si può dimostrare.   Insieme alle maestre hanno cercato le parole gentili mettendole nei contesti in cui si usano. Con varie tecniche pittoriche sono stati realizzati dei disegni e degli scritti dove sono state inserite tutte le parole gentili che i bambini hanno trovato. Nonostante le difficoltà di questo anno, le insegnanti non hanno voluto rinunciare a spargere i semi della gentilezza fiduciose che possano dare buoni frutti.

    Pubblicato il: Domenica, 29 Novembre, 2020 - 22:49
  • Pur nelle difficoltà imposte dal rispetto delle norme anti-covid, le insegnanti del plesso di scuola dell’Infanzia e Primaria Rosita Zarfati a Colle Carciano, non demordono!!! La serenità e la spensieratezza delle normali giornate scolastiche sono lontane, ma le insegnanti, trascinate dall’entusiasmo dei loro alunni e dall’inarrestabile propensione verso la cura della formazione dei loro alunni, anche quest’anno saranno impegnate in diverse attività che, lungo il corso dell’anno, arricchiranno l’offerta formativa.

    Per il terzo anno consecutivo il plesso con i suoi due gradi di scuola dell’Infanzia e Primaria, ha aderito all’iniziativa nazionale #IOLEGGOPERCHÉ organizzata dall’AIE – Associazione Italiana Editori, in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), con l’Associazione Librai Italiani (ALI), l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), con Libriamoci!Giornate di lettura nelle scuole. L’iniziativa è finalizzata alla donazione di libri che ciascuno di noi può donare alle scuole aderenti all’iniziativa rivolgendosi alle librerie con cui la scuola si è gemellata. Quest’anno i dieci giorni di donazione si svolgono da sabato 21 a domenica 29 novembre su tutto il territorio italiano. Le librerie con cui la scuola Zarfati-Carciano si è gemellata e che sostengono le numerose attività del plesso, sono la Libreria MondadoriStore di Velletri, Lariano e Genzano e la libreria Bubu7te .

    Grazie all’adesione a tale iniziativa e ad altre negli anni passati, la scuola è riuscita a creare la biblioteca scolastica “Rosita” con ben 14 generi letterari e ad attivare il prestito dei testi alle classi e ai singoli alunni. Un fermento di letture che si è concretizzato nello scambio di testi di ogni genere, dal comico al fantastico, dallo storico allo scientifico, dai manuali alle fiabe, ecc. che ha abituato nel tempo i piccoli lettori ad avvicinarsi alla lettura con senso critico e piacere. La biblioteca, che quest’anno a causa dell’emergenza sanitaria, non godrà del fervore dei suoi lettori, sarà comunque impegnata mettendo a disposizione i suoi numerosi testi per le attività del prossimo laboratorio di lettura espressiva da remoto e di lettura in classe.

    Mantenere la nostra biblioteca “Rosita” aggiornata delle ultime novità editoriali è fondamentale per continuare ad essere accattivante per i nostri alunni sempre interessati, curiosi ed anche esigenti.

    Un ringraziamento in anticipo a quanti, genitori, nonni e chiunque altro, voglia ancora una volta sostenere la crescita delle biblioteche scolastiche e degli adulti di domani!

    Pubblicato il: Mercoledì, 25 Novembre, 2020 - 23:18
  • In allegato il link per l'ebook delle maestre della Scuola dell'Infanzia.

    Pubblicato il: Giovedì, 25 Giugno, 2020 - 16:55

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.77 del 03/12/2020 agg.07/12/2020
Theme Improved by Medula